Legge online


Art. 583 - Circostanze aggravanti
La lesione personale è grave e si applica la reclusione da tre a sette anni:
1) se dal fatto deriva una malattia che metta in pericolo la vita della persona offesa, ovvero una malattia o un'incapacità  di attendere alle ordinarie occupazioni per un tempo superiore ai quaranta giorni;
2) se il fatto produce l'indebolimento permanente di un senso o di un organo;
[3) se la persona offesa è una donna incinta e dal fatto deriva l'acceleramento del parto.]
La lesione personale è gravissima, e si applica la reclusione da sei a dodici anni, se dal fatto deriva:
1) una malattia certamente o probabilmente insanabile;
2) la perdita di un senso;
3) la perdita di un arto, o una mutilazione che renda l'arto inservibile, ovvero la perdita dell'uso di un organo o della capacità  di procreare, ovvero una permanente e grave difficoltà  della favella;
4) la deformazione, ovvero lo sfregio permanente del viso;
[5) l'aborto della persona offesa.]
Giurisprudenza:
Elena Salemi - "Trasmette Hiv alla moglie: marito ne risponde a titolo di dolo eventuale", nota a Cassazione penale, sez. V, sentenza 3 ottobre 2012, n. 38388;
Tribunale di Savona, sentenza 6 dicembre 2007 in Massimario.it.

Art. 582 - Lesione personale Art. 583-bis - Pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili